CONDIVIDI
Non c’è che dire, le nuove ASICS RoadHawk FF sono state davvero una bella scoperta. Ho avuto qualche settimana di tempo per provarle e posso dire che le ultime nate in casa ASICS sono un ottimo compromesso tra la performance di una scarpa di alto livello e la comodità.

Non c’è che dire, le nuove ASICS RoadHawk FF sono state davvero una bella scoperta.

Ho avuto qualche settimana di tempo per provarle in anteprima e posso dire che le ultime nate in casa ASICS sono un ottimo compromesso tra la performance di una scarpa di alto livello e la comodità.

Le ASICS RoadHawk FF sono una via di mezzo tra le A1 e le A2: veloci ma adatte anche per allenamenti e lunghe distanze, soprattutto per chi, come me pesa (ancora) meno di 80 kg. Stiamo parlando di una scarpa neutra, quindi non ideale per supinatori e pronatori.

Sono leggere (245 gr, 200 gr per il modello da donna), anche grazie all’intersuola in FlyteFoam, che pesa il 55% in meno rispetto alla classica intersuola in EVA. E la differenza si sente. Tra l’altro questo è un tipo di materiale molto funzionale che riduce al minimo le deformazioni e aumenta il comfort. Il drop è di 8 mm.

L’aspetto più interessante delle ASICS RoadHawk FF è sicuramente la capacità di combinare leggerezza e buona ammortizzazione. La sensazione che si ha correndo è quella di un maggiore sostegno rispetto a scarpe della stessa categoria e dello stesso peso, a fronte però di un prezzo molto più competitivo (120 euro quello consigliato al pubblico).

Dettaglio apparentemente piccolo ma assolutamente rilevante è la half Mono-Sock: la lingua paralacci è cucita alla scarpa per metà della sua lunghezza, questo significa che la linguetta stessa è più stabile (e non ve la troverete tutta spostata su un lato) e che infilare e sfilare la scarpa è più comodo e veloce.

Altro dettaglio non trascurabile, la tomaia Seamless: realizzata in rete traspirante e senza cuciture. L’attrito tra piede e scarpa e ridotto al minimo e questa caratteristica, unita al rivestimento interno in Ortholite, fa sì che il piede resti comodo e asciutto, anche in queste giornate di gran caldo.

La suola Ahar - ASICS High Abrasion Resistant® - Heel Plug, utilizzata nelle zone di maggior impatto la rende adatta anche alle lunghe distanze.

Sul strada, la scarpa risulta comoda, reattiva e leggera. Usata sia in allenamento che in gara dà un sacco di soddisfazioni.

In definitiva, credo che per uno come me, con il mio peso e circa 75 km sulle gambe a settimana, la ASICS Roadhawk sia un’ottima prima scarpa, da gare e da allenamento.

Chi pesa un po’ di più o è abituato a fare più km si troverà benissimo a utilizzarla come seconda scarpa, per i lavori di qualità e in gara.

Ecco in sintesi, i dettagli tecnici.

Peso: 245 g

Scritto da
portrait

Luca Conti

imprenditore from Parma

Gruppo di età: M42

Club: Black Bart Triathlon

LA MIA DISCIPLINA
long_distance_triathlon olympic_distance_triathlon 10k
LA MIA DISCIPLINA
long_distance_triathlon olympic_distance_triathlon 10k

ASICS
FRONTRUNNER

Su Instagram