CONDIVIDI
Ci sono gare destinate per anni a non essere corse, a vederti in starting list ma mai alla finish line. Dopo il mio quarto tentativo alla Maratona di Firenze lo scorso anno, anche la Roma- Ostia è salita sul podio.

Ma ci sono quelle gare che il destino e la vita ti permettono di vedere da un’altra prospettiva e la Roma- Ostia questo weekend è stata la prima di un bellissimo percorso che mi accompagnerà per almeno 9 mesi. E la prima in assoluto ad essere CAMMINATA in due... o quasi in due. Iscritta alla 21k ho deciso per intelligenza e rispetto di questo “fagiolino” che mi porto dietro di partecipare alla 5km non competitiva.

Già, arrivata la bellissima notizia di questa famiglia che si allarga, lo step più impegnativo è stato quello della presa di coscienza del ridimensionamento dei ritmi. Ah no... non solo... anche quello di vedere il mio corpo cambiare veramente giorno dopo giorno. Io maniaca della perfezione e del culto del mio corpo, io che mi ammazzavo di lavori di endurance. E adesso??

Ok... ridimensionamento abbiamo detto!! Calma! Se tutto va bene, nei giusti tempi, si può fare tutto.

I capelli rimarranno rosa (e che cavolo!!), le unghie lunghe, nuoterò sempre e… camminerò tanto! La testa ha avuto bisogno di qualche settimana per convincersi e adesso sapete che vi dico? Che alla fine riesci anche a scoprire il piacere di fare sport giusto per farlo. Questa la base, poi sono pronta a scoprire qualcosa di nuovo e più leggero in palestra. Mi sentirò ridicola?? Da morire! Un po’ come domenica quando per la prima volta la zip della mia felpa tecnica si chiudeva a malapena, un po’ come partire nella wave dei Fit Walker, un po’ come la prima volta che entrerò in vasca per la prima lezione di acqua gym.

Ma, sono felice? Tantissimo! Sarò una futura mamma FrontRunner, pronta a raccontarvi il mio essere felice nel fare sport… in due!

Scritto da
portrait

Silvia Schiapparoli

Marketing manager from Milano

LA MIA DISCIPLINA
triathlon su lunga distanza maratona
LA MIA DISCIPLINA
long_distance_triathlon marathon