Avrò parlato spesso del mio gruppo di allenamento, ma non ho mai parlato dei benefici e delle evidenti incidenze positive che questo gruppo ha avuto sul mio percorso di crescita come sportivo ed atleta.

Tutto si può “condividere”, ma alcuni aspetti della vita, sia positivi che negativi, possono rendere quel “qualcosa” più bello o meno brutto. Mi ha sempre colpito la frase di un celebre film (Into the Wild), ma che in realtà è tratta dalla vita di un uomo (essendo basato su una storia vera):

La felicità è vera, solo quando è condivisa(Christopher McCandless, alias Alexander Supertramp)

Così anche con lo sport e la corsa.  

Allenarsi da soli è bello, perché ci permette di liberare la mente da voci, pensieri, noie e via dicendo. Ma allenarsi in gruppo può rendere tutto più speciale e colorato. Muoversi insieme, sudare insieme ed a volte anche “soffrire” insieme, può rendere quella fatica immanente più sopportabile.  Come mi piace sempre ricordare, i runners sono come maglie di una catena, se prese singolarmente, per quanto dure e forti, possono essere insufficienti, ma se legate insieme, saranno sicuramente inossidabili.

La mia Local Community di Roma, capitanata dal coach Luca, è per me questa catena di cui spesso parlo.  Ci sproniamo, ci prendiamo in giro, ci confortiamo e confrontiamo nei momenti più difficili, come nel caso di un infortunio, partecipiamo alle gare insieme dandoci manforte. Tutto questo succede tra persone che magari nella vita extra sportiva non hanno nulla in comune, ma con un paio di scarpe ai piedi diventano compagni indivisibili.

Quel momento della giornata in cui siamo insieme le nostre menti ed i nostri corpi si innalzano a qualcosa di superiore, qualcosa che la singolarità non riuscirebbe ad esprimere o creare.  Se non lo avete già fatto, quindi, vi consiglio di trovare un gruppo, un club, una local community, che possa rendere la vostra esperienza di corsa (o di sport in generale) più preziosa ed efficace per il vostro benessere mentale e fisico.

Tutti abbiamo iniziato correndo “in solitaria”, ma spesso ho sentito amici “mollare” perché non avevano un obiettivo o una direzione. Questo è lo scopo di una comunità: dare un senso di marcia alla corsa, dargli una direzione.

Se siete a Roma potete chiedere a me, ma lo stesso vale per altre località. Noi ASICS FrontRunner siamo sparsi in tutta Italia!

Ricordate sempre...il mondo ruota solo se a correre siamo tutti insieme!

lollo blog luglio

Scritto da
portrait

Lorenzo Grillo

Avvocato da Roma

Gruppo di età: 30-35
Club: ABG Team
Allenatore: Luca Desideri

La mia disciplina
Triathlon Track & field Trail run

Altri blogs