Forse alcuni di voi lo sapevano, altri magari lo hanno immaginato, altri ancora è la diciottesima volta che sentono questa storia. Ma non tutti sanno quale fu il momento scatenante. La scintilla che fece accendere la miccia per la mia trasformazione.

Ma ricominciamo da capo.

Sono Lorenzo, nasco nella fredda Torino nel dicembre del 1989. Mia madre è una persona giovane e sportiva, soprattutto lungimirante, così alla tenera età di 3 mesi, prende e decide di farmi avvicinare al nuoto tramite la cosiddetta “acquaticità”. Al tempo era quasi da pionieri una simile scelta!

lorenzo blog novembre

Continuo a nuotare, nuoto, nuoto e arrivo al punto in cui è tempo di cambiare. Mi butto sulle arti marziali negli anni delle scuole medie. Karate, stile Wado-Ryu, e dalla cintura bianca arrivo fino alla marrone. Passano anni e la differenza tra lo “sforzo” del nuoto e quella del Karate si fanno sentire. Eh si, perché abituato a nuotare e mangiare, la situazione si stava facendo pian piano più complessa e..pacioccona.

Succede che alla fine dei miei anni di liceo, specialmente all’ultimo anno, mi “scoccio” di fare anche Karate, complice anche un litigio con il mio Sensei. Li inizia un lungo e travagliato biennio, tra la preparazione della maturità e l’inizio dell’Università, all’insegna di studio e PlayStation.

lorenzo blog novembre 2

e...puff!

Lorenzo arriva a 115kg.

Senza se e senza ma, ero arrivato a tripla cifra.

Si sa, “ogni scarrafone è bello a mamma soja”, quindi dalla mia famiglia non arrivarono segnali di allarme.

Fu durante il compleanno di 18 anni di una mia cara amica, Francesca, recentemente divenuta anche mamma di una splendida bambina, che accadde il fattaccio. Quelle feste in cui ti devi vestire bene, ti senti grande, ti fai fare le foto e.. BAM.

lorenzo blog novembre 3

Chi è questo? Cosa sono diventato?

Fu questa foto. Questo preciso scatto a farmi rendere conto di cosa avevo fatto. Come mi ero lasciato andare a soli 20 anni.

Presi il telefono, chiamai la mia ragazza di allora e chiesi di prenotarmi una visita da suo zio, che fortunatamente era medico dietista.

Fu un percorso lungo, quello per perdere peso gradualmente e senza far danni estetici. Iniziai a correre piano piano, a fare ogni genere di sport. Ripresi le arti marziali, ma questa volta il Muay Thai. Poi di nuovo il nuoto. La Boxe. Tutto. Riscoprii quel me stesso che si era assopito circondato da elementi e pubblicità passive e negative, che ti spingevano solo a bere, fumare e “goderti la vita”.

10 anni fa la percezione dello sport era ben diversa da quella che fortunatamente oggi ci circonda. Non c’erano tutti gli stimoli attuali, anzi. Per cui ho iniziato a costruire me stesso, da autodidatta, spaziando tra gli sport e le discipline. Fino ad arrivare al CrossFit. Nel 2017 avevo già raggiunto una forma ottimale, ma c’era qualcosa che mancava.

Siamo a metà 2017 e conosco colui che divenne uno tra i miei migliori amici, nonché mio futuro testimone di nozze: Costantino. Scopro grazie a lui le Spartan Race. Un mix tra corsa e forza, perfetto per la mia fisicità, anche per un “peso massimo” come me.

Siamo all’inizio del 2018, corro la mia prima Mezza Maratona (Roma-Ostia), segnando un personale di 1:35. I muscoli iniziano a farsi sentire, così decido di trovare un buon massaggiatore ed osteopata. Conosco finalmente Luca, il mio coach ed oggi un “fratello maggiore” (nonostante sia più piccolo di me). Avevo bisogno di una guida per fare un passo oltre.

Ed eccoci oggi, al 2020, Lorenzo è cambiato e non smetterà di farlo. Anzi, vuole alzare sempre più quell’asticella. Ho iniziato anche a fare Triathlon. Ciò che ho perso in questi anni non è solo il peso (peso attuale 85kg), ma sono riuscito a scrollarmi di dosso tante stupide abitudini. Ho guadagnato, invece, tante nuove amicizie, nuove abitudini e nuova forza.

Auguro a tutti voi di vedere una foto che vi spinga a cambiare. Auguro ad ognuno di voi di iniziare un percorso di crescita e cambiamento. Perché solo così potrete scoprire quella versione 2.0 di voi stessi. E perché non 3.0 o 4.0?

Sii il tuo cambiamento.

Scritto da
portrait

Lorenzo Grillo

Avvocato da Roma

Gruppo di età: 30-35
Club: ABG Team
Allenatore: Luca Desideri

La mia disciplina
Triathlon Track & field Trail run

Altri blogs