“Cosa devo fare?”

Quanti follower devo avere?

Come ci sei riuscito tu?

Potrei andare avanti per ore ed elencarvi, una ad una, le varie domande che mi sono state poste da quanto sono in questa magnifica community.

La verità, tuttavia, è che la risposta non esiste. A nessuno di questi interrogativi.
Tutte queste, sono le domande imprecise, perché l’unica da porre e da porsi è: sono un ASICS FrontRunner?

Essere parte di questa “famiglia” – perché è così che vi sentirete se condividerete con tutti gli altri membri, sparsi per tutta Europa e tutto il mondo, i valori di questa grande Azienda – non significa solamente indossare dei vestiti più o meno colorati, con una “A” sul petto o una scritta “GEL- Nimbus” sulle scarpe. No, assolutamente. Se questo è il vostro obiettivo, vi assicuro che avrete vita “breve” dentro il movimento.

Significa, invece, che attraverso delle scarpe, o con una maglia, state trasmettendo un qualcosa di più grande, di più speciale ed unico. State trasmettendo, tramite la vostra persona, dei valori molto più alti: la voglia di cambiare, la voglia di correre, la voglia di vivere la vita in maniera attiva e positiva.

Detto tra noi, neanche io inizialmente avevo ben compreso perché mai ASICS avesse scelto me, Lorenzo Grillo, che a prescindere da follower o quant’altro potessi aver accumulato sul social, non ero niente di più di un ragazzo sportivo ed anche alle prime armi (oltre che scarsetto).

L’ho capito solo con il tempo e grazie ad una frase detta da una personale fondamentale per questa piccola community, Barbara. Lei, non molto tempo fa, mi disse: se io mi soffermo a guardare il tuo profilo, vedo un ragazzo che ha voglia di combattere e lottare per cambiare, vedo forza e determinazione. Oltre ad aver accolto questo feedback con grande stupore e piacevole riconoscimento, ho realizzato di aver raggiunto il mio scopo iniziale, che mi aveva fatto aprire per la prima volta quel profilo su Instagram. Era questo il messaggio che volevo trasmettere sin dall’inizio, ma non pensavo ancora di esserci riuscito. Invece, forse, finalmente era così. Avevo la mia piccola storia di cambiamento da raccontare, il mio timido messaggio da trasmettere a tutti coloro che erano sdraiati sul divano o che si erano accontentati della loro versione 1.0, senza spingersi oltre. Valori e positività che ancora oggi cerco di condividere con tutto me stesso ed ancor di più grazie alla carica e alla positività della nostra community manager Alessia e gli strumenti che ASICS e la global family dei FrontRunner ci mettono a disposizione.

Questa è la vera risposta a tutte le domande che mi avete posto e che vorrete rivolgermi in questo momento, soprattutto quando a breve apriranno nuovamente le candidature per diventare parte integrate di questa community internazionale (ricordo, il 15/01/2020).

Raccontate la vostra storia, siate voi stessi, non travestitevi per essere qualcuno, altrimenti avrete già perso in partenza. Prendete la vostra parte migliore e coltivatela. Non usate l’hashtag #ASICSFrontRunner a sproposito, ma solo laddove condividiate il valore dello sport nella sua essenza e tutto ciò che di bello ne scaturisce. Siate un cambiamento per voi stessi ed un esempio da seguire per il prossimo.

KAIZEN!

Scritto da
portrait

Lorenzo Grillo

Avvocato da Roma

Gruppo di età: 30-35
Club: ABG Team
Allenatore: Luca Desideri

La mia disciplina
Triathlon Track & field Trail run

Altri blogs